Origine e sviluppi dell’Ordine Martinista

Innanzitutto devo fare una premessa. Sebbene l’origine dell’Ordine Martinista sia abbastanza chiara, dico abbastanza perché anch’essa non è pura ma affonda le radici in vari Ordini massonici dl XVII sec., quello che invece è incredibilmente complesso e indistricabile è lo sviluppo di questo Ordine, soprattutto dopo la morte di Papus.

Ordine Martinista Ordre Martiniste

Dal XVIII secolo ad oggi si assiste a un fiorire di Ordini Martinisti e di Logge in tutto il mondo. Ordini e Logge che si sono divisi, poi, in parte riuniti con spezzoni di Ordini originari, o uniti ad altri Ordini massonici, che poi si sono a loro volta scissi, dando vita ad altri Ordini e così via. Più o meno tutti questi Ordini rivendicano la custodia degli insegnamenti originali di Papus, ma da Papus in poi ci sono stati altri Gran Maestri che hanno fondato correnti potenti che si diversificano tra loro, in parte nei Dogmi, ma soprattutto nei Riti e nelle Pratiche.

Ho cercato qui di raccogliere un po’ di informazioni per ricreare un quadro della situazione. Il risultato mi delude. Ci vorrebbero anni di ricerche per tracciare la storia dei numerosi Ordini che si dicono Martinisti, sia la storia degli Ordini che la storia dei personaggi che la compongono, i quali spesso vanno e vengono da tutte le parti ed entrano ed escono da tutte le porte.

Qualcosa ho ricostruito, ma è poco, mi rendo conto. Prendete questo articolo come una indicazione di massima.


LOUIS-CLAUDE DE SAINT-MARTIN

Il Martinismo è un movimento esoterico-massonico basato principalmente sugli insegnamenti di Louis-Claude de Saint-Martin (1743-1803), e anche di Martines de Pasqually, suo maestro, e di Jean-Baptiste Willermoz.

Jean-Baptiste Willermoz, pur ispirandosi ad alcuni principi di Saint-Martine, seguirà un’altra strada, fondando il Rite Écossais Rectifié.

Louis-Claude de Saint Martin scrisse una serie di opere con lo pseudonimo Le Philosophe Inconnu, la maggior parte delle quali viene regolarmente ristampata oggi. Il Filosofo Incognito (o Sconosciuto) è uno dei depositari della saggezza e della conoscenza dell’Ordine dei Cavalieri Massoni eletti Coën dell’Universo, fondato da Joachim Martines de Pasqually, di cui Louis Claude de Saint Martin è stato segretario per tre anni. Il Gran Maestro di questo Ordine iniziatico fu quindi Pasqually, che Louis Claude de Saint Martin considerava il suo primo Maestro.

Dopo la morte di Martines de Pasqually, avvenuta nel 1774, Louis-Claude de Saint-Martin iniziò la sua carriera come “Filosofo sconosciuto”, pubblicando nel 1775 il suo primo lavoro, Des erreurs et de la vérité, ou les hommes rappelés au principe universel de la science.

Dopo qualche anno, scriverà Tableau naturel des rapports qui existent entre Dieu, l’homme et l’univers, in cui spiega, alla maniera dei filosofi dell’Illuminismo, il posto dell’uomo nell’universo, la sua origine, la sua destinazione, nonché il luogo dei culti religiosi visti come tentativi per riconciliarsi con il Principio Primo. Egli restituirà al giudaismo il suo ruolo di fonte del cristianesimo.

L’iniziazione trasmessa da Louis-Claude de Saint-Martin a un gruppo di amici con i quali condivise la propria visione mistico-esoterica, sarebbe stata perpetuata da Papus e Chaboseau, entrambi studenti di medicina, che si incontrano attraverso un amico comune, P. Gaëtan Leymarie,

PAPUS

Nel 1891 Papus (al secolo Gérard Encausse) fondò un vero e proprio Ordine iniziatico che chiamò Ordine martinista.

L’Ordine era dotato di un “Consiglio supremo”, composto da 12 membri, che elesse Papus alla carica di Gran Maestro. L’Ordine Martinista ebbe una rapida espansione non solo a Parigi, ma anche in tutto il mondo. Si stima che nel 1898 ci fossero ben 113 logge sparse in varie nazioni.

L’Ordine Martinista ai tempi di Papus fu in grado di riunire gli spiritualisti indipendenti, che si trovavano fuori dalle principali correnti religiose o da altre società “iniziatiche” o da correnti politiche o sociali. Lo scopo era quello di trovare una sintesi tra scienza e fede, in un periodo dominato dal positivismo e dall’emergere del marxismo, e dare la possibilità ai “liberi cercatori” di accedere a una filosofia trascendente senza aderire a dogmi e riti di un particolare sistema.

Nel primo decennio del Novecento, però, a causa di divisioni e litigi interni l’Ordine visse una progressiva decadenza, fino quasi alla scomparsa durante la Prima Guerra Mondiale.

Alla morte di Téder, primo successore di Papus, nel 1918, nacquero dissensi tra il deputato nominato a Parigi, Victor Blanchard (detto Targelius) e quello nominato a Lione, Jean-Baptiste Bricaud, che era anche Patriarca della Chiesa Gnostica Universale, con il nome di Giovanni II, vincolato da un trattato di amicizia con l’Ordine Martinista dal 1911. Si formarono, così, correnti diverse all’interno dell’Ordine.

BRICAUD E LA DISCENDENZA DI PAPUS

Quando Bricaud fu nominato Maestro, egli adottò alcune regole della massoneria (che, invece, Papus aveva cercato di evitare), soprattutto quella del divieto alle donne.

Nel 1931, Chaboseau, con l’aiuto di Victor-Emile Michelet e Lucien Mauchel (Chamuel), riunì i sopravvissuti del “Consiglio Supremo” per prendere il controllo della situazione. Questi lo elessero alla carica di Gran Maestro, che lasciò a Victor-Émile Michelet nel 1932. Da quel momento si aggiunse la dicitura “Tradizionale” al nome dell’ordine, per distinguerlo dagli altri gruppi martinisti indipendenti.

Sito ufficiale dell’Ordre Martiniste Traditionnel

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1934, venne eletto un nuovo Gran Maestro, Constant Chevillon, che fu sostenuto dall’Ordine fino alla sua uccisione da parte della milizia avvenuta nel 1944.

Dopo il 1945, la Delegazione dell’Ordine Martinista Tradizionale prese piede negli Stati Uniti con il patrocinio di AMORC, un’organizzazione massonica americana che afferma di essere essenzialmente Rosacrociana.

In Francia, dopo i provvedimenti contro le logge massoniche presi dal Governo di Vichy, Philippe Encausse, figlio di Papus, assistito da Robert Ambelain, a sua volta ricevuto nell’Ordine Martinista nel 1939 da Georges Lagrèze (1881-1946), Henri Meslin e Jean Chaboseau (da notare che è entrato anche nel rito di Memphis-Misraim attraverso Chevillon), nel dicembre del 1952 formò l’Ordine Martinista di Papus.

Nel 1953, rilevò la rivista L’initiation, estinta nel 1912, la quale divenne di nuovo l’organo ufficiale dell’Ordine.

Nel 1958 fu firmato un memorandum d’intesa tra l’Ordine Martinista di Papus, presieduto da Philippe Encausse, l’Ordine Martinista, detto di Lione, presieduto da Henri-Charles Dupont e l’Ordine Martinista di Eletto Cohen presieduto di Robert Ambelain. Nasce così l’Unione degli Ordini Martinisti.

Nel 1960, l’Unione degli Ordini Martinisti prende il nome di Ordine Martinista con un Cerchio esterno che sarà chiamato Ordine di San Martino, presieduto da Philippe Encausse, e un Cerchio interno che sarà chiamato Ordine di Eletti Cohen, presieduto da Robert Ambelain. Questa distribuzione ha una vita effimera. Nel 1967, l’Unione degli Ordini Martinisti fu sciolta. Da quel momento in poi ci saranno due ordini separati, vale a dire: l’Ordine Martinista, presieduto da Philippe Encausse, e l’Ordine di Eletti Cohen, presieduto da Ivan Mosca, che Robert Ambelain aveva designato suo successore nel 1967. Quest’ultimo, che nel frattempo aveva chiamato questo movimento “Ordine dei cavalieri eletti Cohen dell’Universo”, sospese l’Ordine il 22 aprile 1968 per un periodo indefinito.

L’Ordine Martinista guidato da Philippe Encausse ebbe molto successo sia in Francia che in altri parti del mondo. A 74 anni nomina Emilio Lorenzo (Sitaël) suo successore, come Gran Maestro. L’attuale Gran Maestro è André Gautier, succeduto a Emilio Lorenzo nel 2016.

Sito ufficiale dell’Ordre Martiniste

ORDRE MARTINISTE UNIVERSEL

Nel frattempo, si costituisce l’Ordre Martiniste Universel, che è un intreccio inestricabile per un profano, di personaggi italiani e francesi. Di seguito riporto alcuni stralci presi dal sito ufficiale dell’Ordre Martiniste Universel

“L’autore di queste note fu associato al Martinismo da Aloysius (Luigi Furlotti) il 17 gennaio 1971, quando l’Ordine – in linea diretta con la discesa di Papus – fu semplicemente chiamato Ordine Martinista e sul trono della Grande Montagna di Venezia regnò sul sovrano Gran Maestro Aldebaran (Gastone Ventura). Per lungo tempo profonde incompatibilità hanno diviso il Gran Maestro e il Vice Gran Maestro Nebo (Francesco Brunelli) e gli echi di questi fraintendimenti sono chiaramente e ampiamente percepiti nei libri che queste due persone – che erano senza dubbio i due principali rappresentanti del Martinismo italiano di questi anni ha scritto a supporto delle rispettive posizioni. Il 31 ottobre dello stesso anno, sette Iniziatori che non si riconoscevano più nella linea del Gran Maestro si incontrarono a Roma per fondare l’Ordine Martinista di Lingua italica, che, rispetto alla struttura madre, si distinse per l’impulso maggiore dato alle pratiche magico-teurgiche di R. Ambelain, di pura ispirazione martinica, senza allontanarsi dalla linea devozionale di San Martino. In realtà, si allontanarono da Aldebaran accusato di mantenere l’Ordine sotto la linea di Papus che non aveva nulla di operativo ma basato soprattutto su speculazioni filosofiche e metafisiche; un Ordine che alla fine non si allontanò molto dalla Massoneria. (…) Ecco i nomi di questi 7 iniziatori: Aloysius (Luigi Furlotti), Nébo (Francesco Brunelli), Sette, Lucius (Claudio Travaglini), Sirius (Giuseppe Rossi), Melkior (Alessandro Gamerra), Ignis. Il fatto che in questo testo diamo il nome secolare accanto al nome iniziatico significa, secondo una tradizione non scritta, che la persona in questione è passata in una vita migliore. Le due persone presenti a questo incontro il cui nome di laico non è indicato non fanno parte dell’Ordine Martinista Universale. All’unanimità, a questo incontro, Aloysius è stato eletto Gran Maestro, Nebo nominato Vice Gran Maestro e Sette Gran Segretario Tesoriere. (…) Il 1982 fu “l’annus horribilis” nella storia dell’Ordine segnato dalla decapitazione del vertice con la scomparsa del Gran Maestro Ram, seguita da quel mese dopo quella del Gran Maestro Nebo. I disegni occulti del Grande Artigiano dei Mondi volevano che nello stesso anno Alebaran (Gastone Ventura), Gran Maestro dell’Ordine di Venezia, passasse sul Monte Eterno. Ma diamo un’occhiata più da vicino a come si sono svolti i fatti. Il Collegio Superiori Sconosciuti Iniziatori si è riunito a Roma il 9 maggio 1982. Per la prima volta, Nebo non era presente a causa di un intervento delicato e inutile nei polmoni. Anche il Vice Gran Maestro Ram è assente da quando è morto il 16 marzo all’età di 74 anni. Il Collegio decide che il prossimo congresso si terrà dal 2 al 5 settembre presso l’hotel “Il Ciocco” a Lucca e che i lavori saranno rinviati a tale data. Quando arrivò l’estate, le condizioni di salute di Brunelli peggiorarono significativamente. All’età di 55 anni, è un personaggio che si distingue nel panorama esoterico e iniziatico, il suo unico italiano: infatti, era Gran Maestro dell’Ordine Martinismo antico e tradizionale, Gran Ierofante del Rito di Memphis e Misraim , Gran Maestro Rose + Believe Cabalist, Primate per l’Italia della Chiesa Gnostica Apostolica Universale senza parlare delle sue responsabilità all’interno della Società Psicosintetica Italiana e della Società Teosofica Italiana. (…) L’Ordre Martinisme Universel est actuellement diffus dans presque toutes les régions italiennes et dans le Sud de la France.”

ORDINE MARTINISTA IN ITALIA

In Italia sono due gli Ordini Martinisti che si oentendono la discendenza più o meno pura dall’Ordine Martinista originario.

Ordine Martinista (.org)

La discendenza è la seguente:

Papus (Gérard.Encausse), fondatore dell’Ordine Martinista Gran Maestro dal 1891 al 1916.

D. Cancellieri, nel 1910 riceve una patente da Papus per costituire strutture martiniste in Italia.

SInesius (A.Sacchi), Gran Maestro dal 1918 al 1925. Dal 1923, egli procede al distacco dall’Ordine Martinista Francese del G.M. Johanny Bricaud, successore di Papus e di Teder, a causa delle disposizioni di Bricaud di fare accettare a tutti i Martinisti, in modo esclusivo, la Chiesa Gnostica, di impedire alle donne l’accesso e di vincolare l’ingresso dei neofiti alla provenienza esclusivamente massonica. In tal modo rende l’Ordine Autonomo, in modo universale. Dal 1926 al 1945 l’Ordine entra nella clandestinità.

Flamelicus (M.E. Allegri), Gran Maestro dal 1945 al 1949, portò l’Ordine fuori dalla clandestinità e inizia l’opera di ricostruzione.

Artephius (O.U. Zasio), Gran Maestro dal 1949 al 1966. Nel dicembre 1962, tramite il protocollo del Convento di Ancona, consente l’ingresso nell’Ordine, dei Martinisti dell’Ordine Martinista degli Eletti Cohen rappresentati da Nebo (F.Brunelli). Nell’auspicio di una riunificazione degli Ordini Martinisti di tutto il mondo, con il Convento di Venezia del 1965, ristabilisce i rapporti con la Francia, tramite un Trattato d’amicizia con Philippe Encausse, Gran Maestro dell’Ordine in quella Nazione.

Manas (F.Bandarin), Gran Maestro nel 1966 per soli 17 giorni. Reggenza di Aldebaran (G. Ventura) nel 1966.

Aldebaran (G. Ventura) Gran Maestro dal 1967 al 1981. Conferma il Trattato con Philippe Encausse. Nel 1971, subisce la diaspora capeggiata da Nebo (F. Brunelli) e quindi prende atto dell’uscita dalla catena dell’Ordine, da parte degli ex Eletti Cohen che costituiscono una nuova struttura.

Vergilius (S. Caracciolo) Gran Maestro dal 1981 al 2013. Nel 1981, subisce la diaspora capeggiata da Arjuna (G. Cannizzo) e quindi prende atto della sua uscita dalla catena dell’Ordine, assieme ad una parte dei Fratelli che lo seguono e che costituiscono una struttura parallela. Nel 1999 stabilisce un Trattato d’amicizia con l’Ordre Martiniste des Chevaliers du Christ-Maitre.

Arturus (R.R.P. Salvadeo), Gran Maestro dal 2013. Nel 2013 e parte del 2014 subisce un tentativo, non riuscito, d’usurpazione da parte di Gabriel (R.R.) e da altri di lui conniventi che organizzano una struttura parallela, illegittima. Nel 2014 conferma e rinnova il trattato d’amicizia con l’Ordre Martiniste des Chevaliers du Christ-Maitre. Nel 2014 conferma e rinnova il Trattato d’amicizia con il discendente di Philippe Encausse, l’unico ritenuto legittimo, cioè Apis (F.F.), Sovrano Gran Maestro dell’O.M.E.I.O. (Ordine Martinista Egizio). Nel 2014 nell’auspicio di una riunificazione degli Ordini Martinisti in Italia, si rende disponibile e partecipa, nel Convento di Albignasego (PD), al progetto della Fratellanza Martinista. Nel 2015 convoca il Collegio dei Superiori Incogniti Iniziatori; in quella riunione, i suoi componenti constatano all’unanimità e con sentenza insindacabile e definitiva, che tutti gli usurpatori riconducibili a Gabriel (R.R.) che però, occorre ribadirlo per chi non avesse ben compreso, non ha alcun documento che attesti di aver mai ricevuto i poteri iniziatici da Vergilius (Sebastiano Cracciolo), sono usciti dalla catena dell’Ordine. Nel 2016, partecipa al convegno per la commemorazione di Papus ad Albignasego (PD), a cui aderiscono anche l’Ordine Martinista Universale, l’Ordine Martinista Egizio, l’Ordine Martinista (filiazione Aldebaran-Arjuna), l’Ordine Martinista Mediterraneo. In quell’occasione viene sottoscritto da tutti un documento in cui si sanciscono i principi e le caratteristiche che debbono contraddistinguere un Ordine Martinista. Nel 2017, è stato sancito un trattato d’amicizia con l’Ordine Martinista del Brasile (discendenza Papus-Sedir-Cedaior-Jehel-Thoth-Sadok).

Sito dell’Ordine Martinista (.org)

Ordine Martinista (.net)

In polemica con il precedente Ordine è l’Ordine Martinista (.net), che si definisce “linea, unica e legittima, Papus, Cancellieri, Sinesius, Flamelicus, Artephius, Manas, Aldebaran, Vergilius, Enoch, Gabriel”.

Sul sito si legge: “Sul sito http://www.ordinemartinista.org è stata messa in pratica e condotta una campagna diffamatoria, operata dando in pasto alla profanità vicende riservate al nostro Ordine, vicende che il sottoscritto, in primis, aveva correttamente denunciato, contestandole direttamente a R. S., prima in forma privata e riservata, quindi assieme ad un numero maggioritario di Fratelli S:::I:::I:::: dell’Ordine in più occasioni. (…) In data 4 aprile 2013 il Pot.Mo Fratello Sebastiano Caracciolo (Vergilius) è passato alla Grande Montagna Eterna lasciando la successione testamentaria aperta, in quanto all’Ordine Martinista. Nonostante le varie irregolarità che si sono susseguite, Arturus non faceva alcun passo indietro, come non lo sta facendo adesso…anzi e mentre auspicava regolari elezioni, che in realtà non convocava, tra le carte d’archivio ereditate dal Grande Fratello Vergilius, alla presenza di testimoni, il sottoscritto rinveniva un testamento di Vergilius stesso, datato 28/10/1994, che nominava per l’Ordine Martinista, quale suo successore, il Fratello S:::I:::I:::Enoch (B.B.). (…) Ma veniamo al seguito. Arturus R.S., che continua a proclamarsi Gran Maestro del nostro Ordine, si arroccava sulle sue posizioni, predisponendo nomine, invocando elezioni che non convocava, come già sopra specificato, e accusando il sottoscritto ed altri Fratelli di aver addirittura tramato contro di lui, confondendo una normale dialettica d’opinioni, che vede semplicemente contrapposti due diversi punti di vista nel merito di un problema, in un crescendo ossessivo di inesistenti complotti e cospirazioni ai suoi danni!

Nel mentre Enoch (B.B.), pur onorato della scelta del Grande Fratello ed ex Sovrano Gran Maestro Sebastiano Caracciolo, non ritenendo di poterne seguirne la strada per motivi strettamente personali, dopo aver constatato quanto sopra, anche per riunire in sola persona la Gran Maestranza dell’Ordine Martinista e dell’Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraim e Memphis, come storicamente era sempre stato, nel pieno rispetto dello Statuto dell’Ordine, decideva di abdicare nei miei confronti.

Di qui le accuse, le maldicenze e la diffamazione poste in essere a seguire dal sedicente Gran Maestro Arturus, alle quali, ora, è necessario porre termine!

È fondamentale, quindi, riprendere le redini della nostra storia: il sito http://www.ordinemartinista.org, perciò, non può rappresentare il sito ufficiale dell’Ordine Martinista in Italia ed è sostituito dal seguente: www.ordinemartinista.net.”

Inoltre, per rendevi conto della storia complicatissima di questo Ordine e degli Ordini Martinisti in Italia potete leggere la pagina della storia.

SOVRANO ORDINE GNOSTICO MARTINISTA

Segnalo un altro Ordine Martinista all’interno di questa complessa rete martinista che è il Sovrano Ordine Gnostico Martinista, solennemente creato nel 2015 da 11 Superiori Incogniti Iniziatori, che si sono riconosciuti negli Ideali scolpiti nella Bolla di Fondazione. Potete leggere l’intera storia della costituzione di questo Ordine sul sito.

BLANCHARD E L’ORDINE SINARCHICO MARTINISTA

Victor Blanchard, che perse la competizione con Bricaud, creò l’Ordine Sinarchico Martinista, ispirandosi all’opera di Saint-Yves di Alveydra (1842-1909).


A tutt’oggi sono ancora esistenti molti Ordini che si dichiarano martinisti sparsi in tutto il mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...